A me manchi

Come all’inverno

agli alberi le molte foglie

Come alla guerra

i giorni di tregua

alla serenità strenuamente rubati

e come cose ad altre cose

per innumerevoli similitudini

che qui non uso

chè neanche posso dirlo bene

senza inevitabilmente

d’immagini e parole restar priva

come esiguo e scarno

è il figurare

quando ha per oggetto il troppo grande

Alla risorgiva

 

Ho scritto facilmente

Cento poesie

Nella mia mente

Il braccio con la mano fin alle dita

Si muove comandato con facilità

Per le parole nessun problema

Quando trasmigrano sul foglio

Affiorano così

Come continue bollicine alla risorgiva

Effervescenza che non scelgo

Inseparabile da me

il caso!
00:00 / 05:08
caduta dentro
00:00 / 02:01
troppa
00:00 / 07:03